22 Febbraio ore 14 - Università di Milano Bicocca

Aula 3 Edificio U8, via Cadore 48 Monza

Comunicare la dietetica in un paese inquinato dal conflitto di interessi, Dr Antonio Pratesi (dietologo e divulgatore scientifico)

comunicare la dietetica ADA 22022019

Food for All! Cibo diverso, cibo per tutti

Dal 7 al 12 maggio, laboratori didattici, solutionslab, talk, spettacoli con musica, teatro e reading

Lunedì 7 maggio alle 15.00, l'inaugurazione istituzionale in Fondazione Giangiacomo Feltrinelli 

Dalla biodiversità ai suoni rock delle cucine, dai miti e simboli religiosi in grado di raccontare la diversità del cibo. Dal 7 al 12 maggio 2018, in occasione di Milano Food City 2018, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli presenta Food For All! Cibo diverso, cibo per tutti. Una settimana di laboratori didattici al mattino, tavoli di lavoro il pomeriggio, talk e dibattiti di riflessione scientifica, serate con concerti, reading, proiezioni.
L’inaugurazione istituzionale è lunedì 7 maggio alle 15.00 in Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.
Dopo i saluti di apertura da parte dei rappresentanti istituzionali e dei soggetti che promuovono Milano Food City, alle 15.00 una sessione operativa in cui esponenti del mondo dell’impresa, della ricerca, delle istituzioni e della società civile si confronteranno in 7 tavoli tematici dedicati alle 7 virtù del cibo: diversità, risorsa, gioco, gusto, incontro, energia, nutrizione.
Parteciperanno all'incontro: Cristina Tajani, Assessore a Politiche del lavoro, Attività Produttive, Commercio e Risorse Umane; Massimiliano Tarantino Segretario Generale Fondazione Giangiacomo Feltrinelli; Salvatore Veca, Presidente Onorario di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli; Lara Gilmore, Presidente Food for Soul. Interverrà in chiusura Giuseppe Sala, Sindaco di Milano.
   

Leggi il programma di Food for All!:


   TALK
   Momenti di confronto e dibattito pubblico con esperti internazionali, chef e protagonisti del settore agroalimentare
   Ingresso libero fino a esaurimento posti 
   8 maggio > 19.00
   Tradizione e visione nella cucina contemporanea.    Omaggio a Gualtiero Marchesi, In collaborazione con Fondazione Gualtiero Marchesi
   Andrea Berton dialoga con il giovane cuoco Michelangelo Mammoliti, cresciuto accanto a Gualtiero Marchesi, e con Enrico Dandolo, CEO della Fondazione intitolata al grande cuoco. Modera Roberta Abate.
   9 maggio > 18.15 – 19.00
   Nasce Public Food!
   App sviluppata da Comune di Milano, Milano Ristorazione e Rappresentanza Cittadina delle Commissioni Mensa nell’ambito del progetto Capsella.
   9 maggio > 19.00 – 20.00
   Sostenibile e sano: le virtù del cibo di domani |   In collaborazione con Fondazione Umberto Veronesi
   Qual è il rapporto fra i diversi stili alimentari e la salute? Cosa significa acquisire consapevolezza e fare divulgazione in materia di cibo sostenibile? Ne parlano Pietro Leemann, fondatore del Ristorante Joia e della Joia Academy, Elena Dogliotti, biologa nutrizionista, divulgatore e Supervisore Scientifico per Fondazione Umberto Veronesi e Beatrice Mautino, biotecnologa e divulgatrice scientifica per Frame. Modera Federico Quaranta.
   10 maggio > 19.30
   Il cibo di Dio. Culture a confronto
   Il cibo come mezzo per esplorare il concetto di identità, in un mondo sempre più multiculturale. Alberto Melloni, storico delle religioni e titolare della Cattedra Unesco sul pluralismo religioso e la pace dell’Università di Bologna, dialoga con Gianfranco Di Segni, esperto di cultura ebraica, biologo e coordinatore del Collegio Rabbinico Italiano. Modera Jacopo Tondelli.
   11 maggio > 19.00
   Il cibo è una questione di sostenibilità?
   Ne discutono Enrico Giovannini, portavoce ASviS Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, Enrica Chiappero Martinetti direttore dello Human Development, Capability and Poverty - International Research Centre dello IUSS di Pavia, e Salvatore Veca, presidente onorario di Fondazione G. Feltrinelli. Modera Sergio Ferraris
   12 maggio > 19.30
   Pane, vino e olio
   Fare cibo come attivismo sul territorio
   Ne parliamo con Davide Longoni, maestro panificatore del Panificio Davide Longoni, Marco Notarnicola, responsabile gestione produttiva XFarm, e Nadia Verrua, di Cascina Tavijn, raccontano diverse esperienze di riavvicinamento al cibo buono in un dialogo condotto da Diletta Sereni.



   CIBO AD ARTE
   Una settimana di musica, teatro, cinema, letture e dialoghi attorno al cibo
   Ingresso libero fino a esaurimento posti 
   8 maggio > 21.00
   Ricetta per una canzone |   Gentile in concerto live,    In collaborazione con Barley Arts
   9 maggio > 21.00
   Gola |   Reading di Mattia Torre con Valerio Aprea
   10 maggio > 21.00
   E il cibo va |   (Argentina - Italia - USA, 2017 - 65' - Regia di Mercedes Cordova)
   Proiezione in anteprima nazionale
   11 maggio > 21.00
   Musica da cucina |   Fabio Bonelli in concerto


   LABORATORI DIDATTICI
   Attività ludico-didattiche, giochi di ruolo, racconti, sperimentazioni artistiche e progettazioni per scuole primarie e secondarie
   Per partecipare scrivere a: formazione@fondazionefeltrinelli.it
   7 maggio > 10.00 – 12.30
   Come mangiamo? Alimenti, nutrizione e sostenibilità |    A cura di Step4
   8 maggio > 10.00 – 12.30
   Agricoltura familiare per la sicurezza alimentare |  A cura di ActionAid
   9 maggio > 10.00 – 12.30
   Mov_eat - Il cibo in movimento |   In collaborazione con Lorenza Sganzetta
   10 maggio > 10.00 – 12.30
   Gioco dell'oca contro gli sprechi alimentari |   A cura di ActionAid
   11 maggio > 10.00 – 12.30
   Altromercato del cacao |   A cura di Il Sandalo EquoSolidale-Altromercato


   SOLUTIONSLAB
   Laboratori di confronto tra buone pratiche, soluzioni, idee imprenditoriali e proposte di policy che guardano al futuro del cibo
   Per informazioni e modalità di partecipazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
   8 maggio > 15.00 – 17.00
   Come si recupera il cibo nei quartieri di Milano?
   Mappatura, ascolto, collaborazione tra associazioni e istituzioni attive contro lo spreco alimentare
   In collaborazione con Comune di Milano
   9 maggio > 15.00 – 17.00
   Competenze e soluzioni per connettere cibo e salute
   In collaborazione con Tavolo Giovani Food Camera di Commercio Milano, MonzaBrianza e Lodi
   10 maggio > 15.00 – 17.00
   Innovazione tecnologica e sociale: un ventaglio di soluzioni al servizio della sostenibilità
   Soluzioni al servizio della sostenibilità
   11 maggio > 15.00 – 17.00
   Il valore culturale del cibo tra patrimoni territoriali e paesaggi umani
   In collaborazione con Tavolo Giovani Food Camera di Commercio Milano, MonzaBrianza e Lodi
  

 2018 ANNO DEL PATRIMONIO CULTURALE EUROPEO 

IL MICOLOGO GIACOMO BRESADOLA PATRIMONIO DELL’UMANITÀ NUOVA CORNICE PER UN’ICONA
14 – 18 maggio 2018 Palazzo di Sociologia via Verdi 26, Trento

micologo bresadolaIl grande disegno della costruzione europea proietta nel futuro la sfida culturale di un patrimonio vario e diversificato, in cui vi sono distinzioni e convergenze, ma nella cornice di un paradigma dominante: lo sviluppo del sapere. Viviamo un presente fecondo di riletture che consentono di disseminare il sapere del nostro passato, il 2018 Anno del Patrimonio Culturale Europeo ha indotto la ricomposizione della memoria di monsignor Giacomo Bresadola (1847-1929), padre della moderna micologia e “scienziato globale” ante litteram, motivo per cui chiediamo sia inserito nel “Patrimonio dell’Umanità UNESCO”. Lo studio del celebre micologo trentino è volto al futuro attraverso un approccio transdisciplinare in cui la scienza è protagonista oltre i confini del tempo e dello spazio, per valorizzare il potenziale dei suoi studi nell’attualità più avanzata di svariate discipline, così da superare quello che è definito “nanismo culturale”, too small to grown. In tale prospettiva c’è rinnovato interesse internazionale per un Uomo del Trentino, Provincia dell’Impero Asburgico prima e Provincia del Regno d’Italia poi, perché seppe interloquire con i più famosi micologi dell’epoca e creare una rete di rapporti scientifici intercontinentali ai massimi livelli.

 

LOCANDINA


programma

 

ARCHITETTURA DELLA MEMORIA E DIDATTICA SUL TERRITORIO
14 maggio, ore 16.00 – 20.00 Aula 8 Paesaggio alimentare: uomini, cultura, territorio e patrimonio immateriale Chiusura con degustazione di Spitzbuben: spiegati e assaggiati
15 maggio, ore 16.00 – 20.00 Aula 12 Il brand della memoria tra esperti e progetti pilota di laureandi
PER GIACOMO BRESADOLA PATRIMONIO DELL’UMANITÀ
16 maggio, ore 9.00 – 12.00 e 15.00 – 18.00 Aula Kessler Metodi innovativi per valorizzare la figura dello scienziato globale Bresadola nella cornice del Patrimonio Culturale Europeo e di Unesco
DISSEMINAZIONE E SAPERE TRADIZIONALE LETTURA DI CONTESTO
17 maggio, ore 16.00 – 20.00 Aula 16 Esperti di comunità locali presentano strumenti e criteri per riprogettare i territori
18 maggio, ore 16.00 – 18.00 Aula 14 Da Bresadola nemo propheta in patria all’esperienza professionale di un naturalista-micologo vocato alla divulgazione per salvare la tradizione e tutelare l’ambiente In chiusura proiezione del documentario “Architettura della paura o della speranza” Esempio virtuoso di memoria per la digital history, attraverso la valorizzazione del Fondo Sciocchetti Regia di Claudio Del Frari, Università di Trento, Ufficio Audio Video e Multimedialità


Coordinamento scientifico Casimira Grandi Università di Trento, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Referente di Ateneo per “2018 Anno del Patrimonio Culturale Europeo”

Alimentazione soldato prima guerra modiale TN 040518

L’Associazione Nazionale Alpini Sezione di Trento e l’Associazione Italia Austria di Trento e Rovereto, in occasione della 91° Adunata nazionale Alpini, hanno ritenuto importante promuovere un incontro che sia una occasione per cogliere l’interezza della tragedia della guerra. La proposta vuole essere anche un momento di riflessione sull’importanza di costruire nuovi e più forti rapporti tra i popoli dell’Europa al fine di evitare il rischio del riemergere di pericolosi nazionalismi.
Il tema proposto: “L’alimentazione del soldato nella prima guerra mondiale”, rappresenta uno squarcio della vita dei popoli chiamati alle armi. Nulla più dell’alimentazione quotidiana accomuna le genti. I bisogni primari, infatti, non hanno confini, non distinguono tra uniformi e bandiere.
Il futuro delle nostre comunità è strettamente legato alla nostra capacità di promuovere non solo la pacifica convivenza tra le nazioni, ma, soprattutto, di sviluppare una nuova dimensione ideale, basata sì sulla conoscenza della propria storia e sul ricordo degli eventi più drammatici, ma proiettata alla costituzione di una Europa finalmente compiuta.
La 91° Adunata è una straordinaria occasione di festa, non nella logica di ribadire una vittoria militare, ma in quella di gettare le basi per più forti relazioni di amicizia, di condivisione e di crescita senza le costrizioni dei confini.
Un approfondimento su un tema così specifico apre una riflessione complessiva sulla necessità di lavorare con convinzione e determinazione per superare vecchie divisioni ed evitare involuzioni nazionalistiche. La priorità è guardare oltre gli steccati e collocare le identità dei territori in una prospettiva di autentica unificazione Europea. 

 

L’Associazione Nazionale Alpini Sezione di Trento 

l’Associazione Italia Austria di Trento e Rovereto 

L’ALIMENTAZIONE DEL SOLDATO NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

presso la sede A.N.A. Sezione di Trento, vicolo Benassuti 1 - Trento
venerdì, 4 maggio 2018 alle ore 17,00

 

PROGRAMMA
Ore 17,00 | Saluto del Presidente della Sezione A.N.A. di Trento, Maurizio Pinamonti
Introduzione del Presidente della Associazione Italia Austria di Trento e Rovereto, Fabrizio Paternoster
Relazione scientifica, dott. Giorgio Martini
L’alimentazione del soldato nella prima guerra mondiale

25 maggio 2018

Hot topics" in Nutrizione (HOT-NUT2018)
INCONTRO SCIENTIFICO SUL TEMA NUTRIZIONE
Linee guida nutrizionali e nutrizione personalizzata: una sfida per il futuro

 

hOT TOPICS 25 MAGGIO


25 maggio 2018 - venerdi ore 9.00-13.30
Dove: aula C03, via Mangiagalli 25, Milano
iscrizione gratuita – con crediti ECM 
(per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

CULTURAL FRAME OF FOOD - UN'ASSOCIAZIONE TRANSDISCIPLINARE SUL CIBO

Cultural Frame of Food è una associazione che nasce su stimolo del Prof. Alfredo Vanotti e che vanta un comitato scientifico transdisciplinare che ha la finalità di approfondire e sviluppare temi legati all'alimentazione. Vi invitiamo a visionare i progetti e gli eventi promossi.