Build a global network for mapping, modelling and managing agriculture, biodiversity, trade and nutrition, argue Guido Schmidt-Traub, Michael Obersteiner and Aline Mosnier.


Land use and food production are not meeting people’s needs1. Agriculture destroys forests and biodiversity, squanders water and releases one-quarter of global greenhouse-gas emissions. Yet one-third of food is wasted, 800 million people remain undernourished, 2 billion are deficient in micronutrients, and obesity is on the rise. These figures will worsen as the planet warms, soils degrade and the global population grows, urbanizes and consumes more.

8 May 2019, NATURE International Journal of Science | LEGGI QUI l'articolo completo

 

Trento, 2 marzo 2019 - la Prof.ssa Casimira Grandi, docente di Storia sociale contemporanea presso l'Università di Trento, riceve l'attestato TESTIMONI DI FRATELLANZA per l'impegno alla coesione delle Culture della Terra nella tutela ambientale nell'attuale geoeconomia del cibo. 

La prof.ssa Gandi è Socia Fondatrice della nostra Associazione Cultural Frame of Food. Un grande plauso per l'importante riconoscimento

Grandi attestazione

(Mentepolitica.it, 13 02 19) Qualcuno certo si ricorderà di Super Size Me, documentario girato e interpretato da Morgan Spurlock nel 2004. Seguito da tre medici, Spurlock decise di nutrirsi per un mese solo da McDonald’s, scegliendo tra l’altro particolari forme di menù e limitando il suo movimento a poco più di niente (2.500 passi al giorno), in linea con le abitudini dell’americano medio. I risultati furono un sensibile aumento di peso e una serie di disturbi fisici e dell’umore. Dopo il documentario, McDonald’s inserì dei cambi sostanziali nella propria offerta, pur negando di averlo fatto in conseguenza del film. [CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO COMPLETO]

CESSATO allarme all'Onu per parmigiano, prosciutto e olio di oliva. L'Assemblea Generale ha adottato oggi a New York una Risoluzione delle Nazioni Unite su "salute globale e nutrizione" che contiene indicazioni operative finalizzate a promuovere diete e stili di vita salutari e ad affrontare il problema della malnutrizione e della cattiva alimnetazione: la Risoluzione boccia, a differenza del primo testo presentato il 12 novembre scorso al Palazzo di Vetro, la necessità di adottare etichette sulle confezioni e maggiore tassazione per dissuadere dal consumo dei cosiddetti "cibi nocivi" per sale, zucchero e grassi. Grazie anche agli sforzi della delegazione italiana, il testo - adottato con 157 voti a favore, due no e un'astensione - fa appello agli Stati Membri a promuovere "diete e stili di vita sani, inclusa attività fisica, attraverso azioni e politiche per porre in atto tutti gli impegni legati alla nutrizione compresi quelli assunti dai [....leggi qui l'articolo completo di Anna Maria Liguori (Repubblica - Salute del 13 dic 2018) ]

 

Fallito il tentativo internazionale di mettere sul banco degli imputati i principali prodotti del Made in Italy per il contenuto di sale, zucchero e grassi: il rischio era quello di dover mettere un logo di allarme per la salute sulle confezioni o l'introduzione di tasse per scoraggiarne i consumi. Il plauso di Filiera Italia e Coldiretti al lavoro della Farnesina

 

10 Dic 2018 “Nonostante il nostro Paese sia la culla della dieta mediterranea, il tasso di obesità tra i bambini italiani è tra i più alti d’Europa; in più, quasi il 25% di loro non svolge regolarmente attività motoria.

La scuola può e deve avere un ruolo fondamentale nella promozione di uno stile di vita sano e di un’alimentazione corretta, ed è giusto che la politica intervenga per incoraggiare questa funzione educatrice”. Così il sottosegretario all’Istruzione del MoVimento 5 Stelle, Salvatore Giuliano, intervenuto oggi alla Camera a nome del governo durante la discussione sulla delega al governo per l’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria e sulla mozione che riguarda la tutela deL made in Italy e della dieta mediterranea.
“Alla Camera oggi si è affrontato anche questo tema nell’ambito di due diverse iniziative, entrambe volte a tutelare la salute degli italiani, e in particolare dei più giovani. È iniziata infatti la discussione di una proposta di legge per introdurre, in tutte le scuole primarie, l’insegnamento dell’educazione motoria affidata a docenti specializzati. Una misura”, prosegue Giuliano, [LEGGI QUI L'ARTICOLO COMPLETO]

CULTURAL FRAME OF FOOD - UN'ASSOCIAZIONE TRANSDISCIPLINARE SUL CIBO

Cultural Frame of Food è una associazione che nasce su stimolo del Prof. Alfredo Vanotti e che vanta un comitato scientifico transdisciplinare che ha la finalità di approfondire e sviluppare temi legati all'alimentazione. Vi invitiamo a visionare i progetti e gli eventi promossi.