CFF - CULTURAL FRAME OF FOOD

  • Trento, ECOLOGIA DELLA MEMORIA DOCUMENTI INEDITI DI STORIA CULTURALE TRENTINA | 29 OTT

    martedì 29 ottobre 2019

    ECOLOGIA DELLA MEMORIA DOCUMENTI INEDITI DI STORIA CULTURALE TRENTINA

    [scarica la locandina QUI]

    La prof. Casimira Grandi -docente di Storia sociale, corso progredito LM Gestione Organizzazione Territorio- propone una lezione di “didattica aperta” in collaborazione con il FAI del Trentino.

    Nell’ambito del recente dibattito sulla destinazione museale del Palazzo delle Albere e nella più ampia cornice della “memoria urbana”, l’archivista in quiescenza dell’archivio del Comune di Trento signor Vincenzo Adorno presenterà alcune testimonianze documentali inedite sull’argomento.

    L’appartenenza identitaria dei cittadini è un fondamento culturale etico, sulle cui tracce è costruito il patrimonio di civiltà da trasmettere alle future generazioni, arricchito dalla geografia emozionale di un contesto di vita vissuto attraverso elementi fisici e sociali fondati sulla percezione soggettiva e collettiva di cui fruiscono i suoi abitanti.

    Il Palazzo delle Albere connota oggi il panorama urbano con la duplice valenza storico-politica e architettonica, monumento del passato agire umano divenuto territorio emotivo di una città che sta elaborando la sua memoria tra principi vescovi, industrializzazione e virtuale, non avulsa però dal pericolo di cancellare il profondo sentire sprigionato da luoghi e monumenti sedimentati nella collettività come ineludibili riferimenti culturali.

     

    PROGRAMMA

    • Casimira Grandi, Università di Trento Presentazione

    • Giovanna degli Avancini, Presidente Regionale FAI del Trentino, Memoria etica

    • Vincenzo Adorno, Archivista in quiescenza del Comune di Trento, La memoria culturale di una città 

     

     

    Martedi 29 ottobre 2019

    ore 16 aula 9, DIPARTIMENTO DI SOCIOLOGIA E RICERCA SOCIALE Università di Trento

    Via Verdi 26 Trento

  • Trento, LA VIA LATTEA: CULTURE E STORIE DI (STRA)ORDINARI ALLATTAMENTI Maggio-ottobre 2021

    Il prof. Gabrielli e la prof. Palestini tra i relatori del progetto "LA VIA LATTEA: CULTURE E STORIE DI (STRA)ORDINARI ALLATTAMENTI" Maggio-ottobre 2021

    [scarica la locandina QUI]

     

    - Tutti i webinar saranno pubblicati sul canale YouTube del Museo  -

    L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Museo storico del Trentino per recuperare una pagina di storia poco nota, un soggetto di studio seguito attraverso i passaggi dalla natura alla cultura umanistica e scientifica, dalla memoria personale alla storia istituzionale. Ma nella presente congiuntura affrontare la natalità rappresenta anche un significativo atto di fiducia nel domani, perché la Storia si scrive per il futuro, poiché oggi altro non è che il prodotto di ieri che dobbiamo trasmettere al futuro. Trento (e per esteso il Trentino) non ha una memoria storica organizzata sulla fase della vita umana che dipende dall’alimentazione lattea, sinonimo di cura non solo di nutrizione: l’evento si propone quindi di recuperare il fil rouge di questo ineludibile passato, dando alla cittadinanza la possibilità di riappropiarsene in modo consapevole e coerente ai tempi di vita.

    A tal proposito “la lettura del territorio” recupererà la topografia di una memoria variamente cancellata, attraverso targhe commemorative che saranno poste nei quattro più significativi luoghi di cura dei bambini lattanti nella città di Trento.

    La curatela scientifica è affidata a Casimira Grandi -storica sociale-, Giorgio Martini –bionutrizionista-, Emanuela Renzetti -antropologa culturale-, referente istituzionale Rodolfo Taiani L’evento intende sondare e restituire come si siano modificati significati, pratiche, funzioni e idee nutrizionali dell’allattamento umano - materno in relazione ai cambiamenti intervenuti nel contesto occidentale soprattutto nei secoli XIX - XX. L'allestimento di un percorso espositivo affiderà la narrazione a oggetti, rappresentazioni artistiche e iconografiche, immagini e filmati di repertorio, documentazione d'archivio e prodotti a stampa, guardando con particolare attenzione alle soluzioni alternative adottate per garantire l'alimentazione del bambino in caso di assenza del latte materno.
    In tale ottica la Storia ha seguito l’avvicendarsi di miti, stereotipi e geniali sostituzioni nutrizionali, la religione ha sacralizzato la maternità e l'iconografia cattolica ha diffuso il culto delle madonne e dei santi del latte. Le istituzioni caritative per la cura dei trovatelli, sostituite nel tempo da enti per l'assistenza all'infanzia abbandonata, hanno trasferito ai propri successori l’esperienza nelle scienze per la cura del bambino – pediatria e puericultura in primis – e il fine statutario di nutrimento come primo accudimento. È stato un percorso evolutivo che ha interessato innanzitutto la cultura occidentale coinvolta nel macrofenomeno dell’industrializzazione, in cui la figura multipla della donna-madre-lavoratrice non poteva ottemperare anche al ruolo di nutrice; la tradizione di cura nei tanti brefotrofi europei ha dato un contributo fondamentale a questo mutamento socioeconomico, fornendo saperi esperienziali ai primi “asili nido” per i figli delle operaie. Per molti lattanti che non potevano essere accolti in queste istituzioni restava solo la soluzione dell’allattamento mercenario al domicilio della balia, oppure la nutrizione con surrogati di vario tipo: di qui il ricorso a latte artificiale, biberon e tiralatte, per lungo tempo inaccessibili ai più per l'alto costo, fino a quando non diventeranno oggetto di produzione industriale. La diffusione degli asili nido è stata una conquista di libertà per l’emancipazione della donna lavoratrice, e al contempo una garanzia di sopravvivenza per il nuovo nato.

    È questa una sintetica traccia tematica del percorso espositivo all'interno di un ampio affresco storico-culturale e storico-sociale, che sarà introdotto e accompagnato con una serie di incontri pubblici volti a divulgare e approfondire molteplici argomenti collegati alla cura dell’infanzia. Tra questi riteniamo importante trovi spazio anche l'attenzione per gli aspetti più legati all'ambito nutrizionale con riferimento particolare, ma non solo, ai primi 1000 giorni di vita: che rappresentano il periodo fondamentale per lo sviluppo delle condizioni di salute fisica, mentale ed emotiva della futura persona. E’ questo un aspetto che oggi sovente si fonde con le derive dell’inquinamento ambientale, una nuova pagina di storia che non vorremmo scrivere ma che l’epigenetica non ci consente più di ignorare.

     

    PROGRAMMA

    Webinar, mostre ed eventi aperti a tutti ma finalizzati anche al riconoscimento di crediti formativi per insegnanti e operatori dell'ambito sanitario. Possibilità di registrazione dei webinar e loro diffusione su canale Youtube dedicato.

      7/05 H 16.00   Webinar

    Relazione di apertura

    Fabio Gabrielli, filosofo School of Management, Università LUM-Jean Monnet

    L’allattamento incompiuto. Nascita e rinascita dell’umano

    Prospettive di studio

    Casimira Grandi, Una storia infinita

    Giorgio Martini, I primi mille giorni di vita

    Emanuela Renzetti, L’allattamento in prospettiva antropologica

     

     

    13/05 H 16 - Webinar

     

    Latte e ambiente nell’antropocene

    Modera e discute con i relatori: Giorgio Martini, bionutrizionista

    Carmine Marinucci, Presidente DiCultHer,Giorgio Nebbia: il padre dell’ambientalismo italiano

    René Capovin, Direttore Museo dell’Industria e del Lavoro di Brescia 

    Bianco come il latte. Immaginari di un alimento

    Marino Ruzzenenti, storico dell’ambiente Fondazione Luigi Micheletti – Brescia

    L’industria “del” latte inquinato

    Pietro Nervi

    Proiezione video della testimonianza sul primo caso di latte umano inquinato

    21/05 H 16 - Webinar

     

    Latte umano inquinato

    Modera e discute con i relatori: Roberto Cappelletti, medico fondatore sezione trentina International Society of Doctors for Environment (ISDE)

    Maurizio Grandi, oncologo immunologo bioetico Centro La Torre Torino –

    Centro Interuniversitario Ricerche sullo Sviluppo Sostenibile (CIRPS),

    Il contributo italiano ai saperi dimenticati. Il Colostro oggi: primo alimento e mediatore immunologico.

    Paola Palestini, biochimica UNIMIB

    Il latte materno è sempre un alimento sano?

    Giuseppe Carra, patologo UNIVR

    Le malattie antropogeniche dell’antropocene

    28/05 H 16 - Webinar

     

    Madre-bambino: Diritti oltre gli stereotipi

    Modera e discute con i relatori: Casimira Grandi, storica sociale

    Patrizia Tomio, Past President e componente Comitato di Presidenza della Conferenza Nazionale degli Organismi di Parità delle Università italiane UNITN, Allattare: una storia di diritti, doveri, libertà, responsabilità.

    Alberto Tampieri, giuslavorista UNIMORE,Lavoratrice madre o madre lavoratrice? La prospettiva del diritto (e dei diritti)

    Barbara Ongari psicologa UNITN, Barbara Zoccatelli coordinatrice pedagogica del Nido Unitn, Un nido per e con i genitori.

    GIUGNO

    Inaugurazione delle esposizioni:

    Infermiere pediatriche in Ticino –a cura dell’Associazione Archivi Riuniti del Ticino CH

    presso la Biblioteca della Fondazione Museo storico del Trentino

    La via lattea: culture e storie di (stra)ordinari allattamenti

    presso la Galleria Bianca nel quartiere di Piedicastello

    Biberons antichi, collezione privata Carlo Alberto Corsini

    presso la Galleria Bianca nel quartiere di Piedicastello

    Presentazione sez. trentina Faro (v. https://www.diculther.it/blog/2020/09/26/convenzione-di-faro-diculther-approvazione-e-un-grande-passo-avanti-articolo-su-agcult/)

    SETTEMBRE – OTTOBRE

    03/09 - H 15.30Webinar

     

    Allattamento materno ed epigenetica

    Modera e discute con i relatori: Giorgio Martini, bionutrizionista

    Rosita Gabbianelli, UNICAM, Nutrigenomica

    Giacomo Müller, Ostschweizer Fachhonschule (OST) St. Gallen CH

    10/09 H 15.30 -Webinar

     

    I primi mille giorni di vita

    Modera e discute con i relatori: Giorgio Martini, bionutrizionista

    Paolo Berardinelli, anatomia comparata UNITE, L’allattamento nei Mammiferi : comportamento evolutivo ed antropologico

    Francesca Scazzina, nutrizionista UNIPR, LARN e Linee guida per una corretta alimentazione nei primi 1000 giorni: dal concepimento alla nascita


    Alice Rosi, nutrizionista UNIPR, LARN e Linee guida per una corretta alimentazione nei primi 1000 giorni: dalla nascita ai 2 anni

    Pedro Mena, nutrizionista UNIPR, Composti bioattivi presenti nel latte e il suo rapporto con il microbiota intestinale -

    17/09 H 15.30 - Webinar

     

    Madre-bambino: rappresentazioni e significati

    Modera e discute con i relatori: Emanuela Renzetti, antropologa

    Lucia Rodler, letterata UNITN, Camporesi e una storia culturale del latte

    Ada Nieger, letterata, Latte bianco / Latte nero

    Vanessa Maher, antropologa, L’allattamento non materno fra risorsa e strategia: alcune considerazioni comparative

    24/09 H 15.30 -Webinar

     

    Culti, immagini e luoghi galattofori

    Modera e discute con i relatori: Stefania Rossi, responsabile promozione e comunicazione Museo Poldi Pezzoli - Milano

    Giovanna degli Avancini,Presidente Regionale Onoraria FAI Trentino,La Madonna del Latte, immagini votive nel Trentino

    Silvia Valle Parri, Associazione Archivi Riuniti delle Donne del Ticino, La senologia nell'arte sacra del Ticino

    Katia Malatesta, Archivio fotografico provinciale della Provincia Autonoma di Trento, La documentazione fotografica ONAIRC

    1/10 2021 H 15.30 -Webinar

     

    Latte e lattanti nella contemporaneità (in)sostenibile

    Modera e discute con i relatori: Maurizio Grandi, oncologo immunologo bioetico

    Paola Negri, consulente di allattamento materno

    L’importanza dell’allattamento al seno: il punto di vista di una madre.

    Patrizia Gentilini, ISDE Reggio Emilia

    Biomonitoraggio del latte materno come indicatore  della  qualita di ambiente e salute.

    Roberto Cappelletti, medico ISDE Trento

    L’indagine sulle diossine nel latte materno in Valsugana: una storia recente (…e non conclusa).

    08/10 H 15.30 -Webinar

     

    Infanzia in transizione tra passato e presente

    Modera e discute con i relatori: Casimira Grandi, storica sociale

    Alessio Fornasin, demografo UNIUD, Presidente della Società italiana di Demografia Storica, Mortalità infantile

    Barbara Ongari, psicologa UNITN, Infanzia 0-3 nel secolo breve e gli studi di Elinor  Goldschmied

    Tiziana Dallago,Presidente dell’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Trento, Farmacia sul territorio:competenza consulenza conforto per mamma e lattante

    15/10 H 15.30 -Webinar

     

    Infanzia migrante

    Modera e discute con i relatori: Referente Fondazione Museo storico del Trentino

    Luigi Lorenzetti, storico USI -CH-, Per una bibliografia dell’emigrazione femminile in Svizzera

    Peter Manz, storico CH, Stereotipi dell'immigrazione italiana in Svizzera: modelli trasversali a tutto

    Miriam Pucitta, regista Monaco di Baviera, I bambini nel tempo: un percorso attraverso le immagini

     

     

  • Trento, WORKSHOP ON TASTE AND TASTING

    Università di Trento, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Via Verdi, 26 Trento,  Room 15 -  2nd Floor

    12 dicembre 2016, ore 15.00

     

    WORKSHOP ON TASTE AND TASTING

     

    Speakers:

    • Antoine Hennion, Centre de sociologie de l’innovation, Mines ParisTech
    • Pier Paolo Giglioli, University of Bologna
    • Nicola Perullo, University of Gastronomic Sciences, Pollenzo
    • Gianmarco Navarini, University of Milano Bicocca 
    • Giolo Fele, Univerisity of Trento 

    Coordinator:

    • Andrea Brighenti, Univerisity of Trento

     

    The aim of the workshop is to bring around a table scholars with different back-ground on social sciences and humanities, all working on taste. The workshop is an opportunity for the participants to exchange ways of studying, research questions, methodologies, theoretical questions around the issue of taste and tasting.

     

    PROGRAM

    03:00  pm     Introduction to the workshop
    03:15  pm     Antoine Hennion - Centre de sociologie de l’innovation, Mines ParisTech
    04:00  pm     Pier Paolo Giglioli - University of Bologna
    04:45  pm     Nicola Perullo - University of Gastronomic Sciences, Pollenzo
    05:30  pm     Coffee break
    05:45  pm     Gianmarco Navarini - University of Milano Bicocca
    06:30  pm     Giolo Fele - University of Trento
    07:15  pm     Closing remarks

     

    DOWNLOAD

     


    Selected references:
    Brighenti, Andrea Mubi  (2013). “Remarks for a Territoriology of Wine Tasting”. Non Liquet: The Westminster Online Working Papers Series, Law and the Senses Series: The Taste Issue: 31-39
    Fele, Giolo (2016). “Il paradosso del gusto. Forme visibili dell’apprezzamento estetico” . SMP, SOCIETÀMUTAMENTOPOLITICA, 7. 14: 153-176
    Giglioli, Pier Paolo, and Giolo Fele (2016). "Il sapere del sommelier. Verso un'etnografia della degustazione." Etnografia e ricerca qualitativa 9.1: 53-72
    Hennion, Antoine (2015). "Paying Attention: What is Tasting Wine About?." In Antal, Ariane Berthoin, Michael Hutter, and David Stark, eds. Moments of valuation: exploring sites of dissonance. Oxford, Oxford University Press: 37-56
    Hennion A. (2015). Qu’est-ce qu’un bon vin ? ou comment intéresser la sociologie à la valeur des choses. Working Papers Series, 15-CSI-01
    Hennion A. (2015). “Taste as performance”, in Shepherd, John, and Kyle Devine, eds. The Routledge Reader on the Sociology of Music. Routledge: 161-165.
    Navarini, Gianmarco (2016). I mondi del vino. Bologna, Il Mulino
    Navarini, Gianmarco (2016). "Sinestesia e senso pratico della descrizione. Come fanno gli assaggiatori di vino a dire quello che dicono." Etnografia e ricerca qualitativa 9.1: 73-92.
    Perullo, Nicola (2016). Epistenologia. Il vino e la creatività del tatto. Milano. Mimesis
    Perullo, Nicola (2016). Taste as Experience: The Philosophy and Aesthetics of Food. New York, Columbia University Press

     

    CONTATTI

    Segreteria Dipartimento di Sociologia Ricerca Sociale
    Via Verdi, 26 - 38122 Trento
    Tel. 
    +39 0461 281322 -1430
    Fax 
    +39 0461 281458

CULTURAL FRAME OF FOOD - UN'ASSOCIAZIONE TRANSDISCIPLINARE SUL CIBO

Cultural Frame of Food è una associazione che nasce su stimolo del Prof. Alfredo Vanotti e che vanta un comitato scientifico transdisciplinare che ha la finalità di approfondire e sviluppare temi legati all'alimentazione. Vi invitiamo a visionare i progetti e gli eventi promossi. 

 

Sede dell'Associazione: Studio Magnaghi e Bettega - Dottori Commerciliasti Associati, Viale Tunisia n.4, Milano